Quattro punti sulla cavia

CARATTERISTICHE

-la cavia è un piccolo mammifero appartenente all’ordine dei roditori. La sua vita media si aggira attorno ai quattro, cinque anni, con casi che raggiungono anche i sei.

-Il nostro animaletto è un erbivoro, quindi paragonabile ad altri animali come mucche e cavalli. In quanto tale deve alimentarsi per gran parte della giornata e con alimenti molto ricchi di fibra e poveri di energia. In modo da consumare regolarmente i denti (che sono tutti a crescita continua) e mantenere i corretti movimenti del suo particolare intestino. Buona cosa è anche fornire rametti di alberi da frutto o salice da rosicchiare per consumare gli incisivi.

-Per quanto riguarda il carattere, la cavia è un animale molto mansueto e affettuoso. Si deve tenere presente che è un animale preda in natura e che quindi può venire catturato e ucciso in ogni momento da un qualsiasi predatore, in quanto tale è molto stressabile e va lasciato tranquillo.

ALIMENTAZIONE

-Una buona razione può essere così suddivisa: l’alimento principale deve essere sempre e comunque il fieno, non importano marca e tipo, basta che sia di buona qualità e non avariato, una cavia potrebbe vivere anche solo di questo alimento. Pertanto il fieno deve ricoprire il 70-80 % della razione. Il 20 % della dieta deve essere rappresentato da verdura di ogni tipo (tranne piselli fagioli o altri farinacei) e da piccole quantità di frutta. Importanti sono gli agrumi e il peperone rosso, in considerazione dell’indispensabile integrazione di vitamina C. E’ comunque consigliato somministrare un paio di gocce di Cebion un paio di volte la settimana.

La restante parte della razione può essere coperta da mangimi pellettati meglio evitare i misto-semi, troppo energetici per la cavia(evitare di superare la dose totale giornaliera di 1 cucchiaio da minestra).

AMBIENTE

-La gabbia deve essere spaziosa (120 per 45 cm sarebbe l’ideale), possibilmente con un grande coperchio in alto per agevolare la presa dell’animale quando lo si voglia togliere dalla stessa. Si consiglia di inserire una cassetta di legno con coperchio asportabile come tana.

-Il fondo deve essere composto da un lettiera molto morbida, vanno benissimo quelle commerciali a base di tutolo di mais (il centro della pannocchia triturato e pressato) a grossa granulometria, particolarmente igieniche e assorbenti. Va benissimo anche il fieno stesso, ma è poco assorbente.

Sono assolutamente da evitare fondi di sola plastica, o le lettiere per gatti, troppo polverose e a volte trattate con prodotti chimici. Meglio evitare anche la segatura, anche se raccomandata dalle case produttrici per questo scopo, in quanto anch’essa troppo polverosa e poco igienica.

CURE DA ESEGUIRE

-Non è necessaria alcuna vaccinazione per quanto riguarda la cavia.

-Controlli periodici: sono consigliate visite periodiche con scadenze semestrali o al massimo annuali. Non è necessario vedersi più spesso, a meno che non si presentino altri problemi, in tal caso è meglio sempre contattare il vostro medico di fiducia con una certa urgenza, in quanto i piccoli mammiferi hanno tempi di aggravamento molto ridotti rispetto agli altri animali.

-A casa si raccomanda di tenere sotto controllo il peso del vostro animale e sia che questo aumenti o che diminuisca è sempre consigliato sentire il vostro veterinario. Controllare sempre anche la crescita delle unghie, la sua vivacità e il suo appetito.

                                                                                                  

UA-110462159-1